Tu sei qui

Letteratura delle migrazioni nel mondo

Rifugiati

Editore: 
Neri Pozza
Anno: 
2017
Luogo di edizione: 
Milano

Recensione: 

Una raccolta di racconti di grandissima intensità, pur nella sua estrema essenzialità. I rifugiati di Viet Thanh Nguyen dimostra come la condizione di rifugiato sia per sempre e come anche a distanza di anni certe ferite del passato riemergano inesorabilmente. L'attenzione dello scrittore va al suo paese d'origine e ai tanti che lo hanno lasciato, a causa del conflitto, ma anche a quelli che invece ci vanno o ci tornano.


Sotto l'albero dei frangipani

Editore: 
Feltrinelli
Luogo di edizione: 
Milano
Autore: 

Presentazione: 

Un testo che permette di incontrare la storia contemporanea del Mozambico e l'espressione dei sui riti e credenze popolari evocati da Ermelindo Mucanga, anima privata della memoria altrui e condannata alla prigionia della tomba, accanto all'albero del frangipani.


Il ritorno. Padri, figli e la terra fra di loro

Editore: 
Einaudi
Anno: 
2017
Luogo di edizione: 
Torino
Autore: 

Presentazione: 

Si tratta di un racconto autobiografico, che mette a nudo la tragedia familiare dell'autore e insieme dà conto della realtà libica, passata e recente, della situazione geopolitica, con le manovre egiziane e quelle della Gran Bretagna di Blair, risalendo nella storia fino alla violenta occupazione italiana.


Il ministero del dolore

Editore: 
Garzanti
Anno: 
2007
Luogo di edizione: 
Milano

Presentazione: 

Dubravka Ugresić racconta la condizione di chi è straniero e in Jugoslavia e in Olanda. L'esilio di chi viene dalla ex Jugoslavia è particolare, che sia voluto, scelto o coatto, ha un peso in più rispetto all'esilio di altri, è ancora peggio del senso di sradicamento, nostalgia, solitudine che chiunque prova lontano dalla terra in cui è nato. Per chi viene da un mondo che si è dissolto in una guerra fratricida c'è, in aggiunta, la difficoltà e il dolore di ricostruire una identità andata in pezzi già nel suo paese, frantumata, a partire dalla lingua stessa, violentata e scissa.


Balkan pin-up

Editore: 
Zandonai
Anno: 
2013
Luogo di edizione: 
Rovereto

Recensione: 

Dice bene la biografia di Veličković che si legge nella quarta di Balkan pin-up: «Una delle voci più coraggiose dell’élite intellettuale serba».


La besta. Il treno della speranza per i migranti in fuga dalla povertà e dai narcos

Editore: 
Fazi
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Quello che si narra non è un prodotto della fantasia e nemmeno una semplice indagine giornalistica.


Storia della donna che seppe stupire due mondi

Editore: 
Infinito
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Dalla presentazione della curatrice, Roberta Yasmine Catalano: "Scoprire il manoscritto di Valeria Degl’Innocenti è stata un’incredibile avventura, è stato il mio viaggio attraverso il suo. È accaduto per caso, così, come quasi sempre avviene per le cose speciali.


L'ultimo amore di Baba Dunja

Editore: 
Keller
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Rovereto
Autore: 

Presentazione: 

Baba Dunja è tornata a casa. Le radiazioni nucleari non le hanno impedito di rimettere piede per prima nel paese natio (a due passi da Chernobyl). Qui, insieme a poche anime che si sono via via aggiunte, si tenta di ricominciare a vivere. Perché la vita è ancora bella, nonostante l’età e nonostante intorno ci siano frutti di bosco dalle forme strane, uccelli particolarmente chiassosi, ragni che tessono instancabili le loro tele e persino lo spirito di qualche morto che si affaccia in strada per una chiacchierata.


I profughi

Editore: 
Quodlibet
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Macerata
Autore: 

Presentazione: 

Questo romanzo breve («svelto», secondo la definizione dell’autore), scritto nel 1952, narra una storia d’amore e miseria che si svolge in un momento tragico, e poco noto, della storia d’Europa. Immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale, più di dieci milioni di tedeschi vennero espulsi dalle zone a est dell’Oder, passate alla Polonia e alla Cecoslovacchia. Ammassati verso il Reno e costretti a reinsediarsi presso compatrioti tutt’altro che fraterni, dovettero attraversare regioni devastate dalla guerra, affrontando la fame, l’odio e le difficoltà politiche dell’epoca.


Il corvo

Editore: 
Iperborea
Anno: 
2013
Luogo di edizione: 
Milano

Presentazione: 

Nel 2011 Kader Abdolah ha ricevuto una richiesta non comune per uno scrittore di origine straniera: scrivere il libro che i librai olandesi offrono in omaggio nel corso della Settimana del Libro nederlandese, il boekenweekgeschenk. Scrivere quello che viene chiamato "il libricino" è un onore riservato a scrittori affermati ed è quindi un riconoscimento importante.


Pagine

Abbonamento a RSS - Letteratura delle migrazioni nel mondo