Tu sei qui

Saggistica

Per cercare lavoro. Donne e uomini dell'emigrazione italiana in Svizzera

Editore: 
Donzelli
Anno: 
2018
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Negli anni della guerra fredda, più di seicentomila immigrati vennero schedati e sorvegliati dalla polizia segreta svizzera. Una larga maggioranza di quegli immigrati, sospettati di attività sovversive, era composta da lavoratrici e lavoratori italiani che avevano scelto la Svizzera come terra promessa. Nella Confederazione elvetica, infatti, gli emigrati italiani furono un importante segmento sociale che per molto tempo coincise con il proletariato locale.


Oro rosso. Fragole, pomodori, molestie e sfruttamento nel Mediterraneo

Editore: 
Settenove
Anno: 
2018
Luogo di edizione: 
cagli PU

Presentazione: 

Un reportage sulle donne che raccolgono e confezionano il cibo che arriva sulle nostre tavole. Il racconto si snoda in tre paesi affacciati sul mare Mediterraneo, Italia, Spagna e Marocco, tra i maggiori esportatori di ortaggi e frutta in Europa e nel mondo. Qui, le braccianti, non solo sono pagate meno degli uomini e costrette a turni estenuanti, ma vengono molestate sessualmente, ricattate, subiscono violenze verbali, fisiche e stupri.


In cattedra con la valigia

Editore: 
Donzelli
Anno: 
2017
Luogo di edizione: 
Roma

Recensione: 

In cattedra con la valigia raccoglie 9 saggi , introdotti dai curatori Michele Colucci e Stefano Gallo, che hanno il merito di soffermarsi su un fenomeno poco studiato ma non nuovo in Italia, ossia la mobilità interna dei docenti. I due studiosi si occupano da tempo di migrazioni e con questo lavoro aggiungono un tassello  inedito e importante alla ricerca intorno alle migrazioni interne in Italia.


La gelosia delle lingue

Editore: 
Eum edizioni università di macerata
Anno: 
2017
Luogo di edizione: 
Macerata

Presentazione: 

Che cosa accade in un autore quando decide di abbandonare la sua lingua per scrivere in una diversa dalla propria? Che cosa si perde in questo passaggio e che cosa si acquista? E poi, perché si lascia una lingua per adottarne un’altra? Sono alcune delle domande sulle quali cerca d’interrogarsi questo libro. Passare da una lingua a un’altra significa porsi di fronte a un rischio. Non si tratta di avere più o meno dimestichezza quanto essere nella lingua, imparare a osservare e a interpretare il mondo alla luce di una nuova esperienza. Questo fatto presuppone comunque una rinascita.


Fare spazio. Rapporto 2016 sulle migrazioni interne in Italia

Editore: 
Donzelli
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Michele Colucci e Stefano Gallo curano una raccolta di saggi in cui analizzano gli spostamenti di italiani, stranieri, giovani, persone in età avanzata, lavoratori, lavoratrici, studenti, studentesse, disoccupate, disoccupati entro la nostra penisola: formano catene, attivano relazioni, modificano i luoghi con cui entrano in contatto.


I figli di Ares

Editore: 
Castelvecchi
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Roma
Autore: 

Presentazione: 

Il presupposto per cancellare o ridurre le tensioni internazionali, le guerre, lo stesso terrorismo è l’eliminazione degli squilibri economici fra aree diverse del pianeta. La lotta contro la povertà non è solo un imperativo «umanitario» ma è il modo più efficace per disinnescare il potenziale distruttivo alimentato dalla disperazione.


Ecologia integrale e migrazioni. L'espulsione dalle terre e in Africa l'incoerenza della politica europea

Editore: 
Carocci
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Andrea Stocchiero (a cura di) Contadini e migranti: sono questi i protagonisti del volume, che connette questioni globali come il cambiamento climatico ai problemi della piccola agricoltura familiare in Africa. Connessioni che possono essere lette sulla base del concetto di ecologia integrale, proposto da Papa Francesco nell'enciclica Laudato si'. Il filo logico parte dallo studio delle pratiche di diversi organismi di FOCSIV per rafforzare le comunità agricole in Africa, e prosegue sulle conseguenze dei fenomeni del cambiamento climatico, anche in termini di migrazioni.


Rifondare l'Europa insieme a profughi e migranti

Editore: 
NdA press
Anno: 
2016
Luogo di edizione: 
Rimini
Autore: 

Presentazione: 

Quella che c’è ora si sta sfaldando perchè incapace di fronteggiare le tre principali sfide che i suoi popoli devono affrontare: la sfida ambientale, di cui i cambiamenti climatici sono il risvolto più pericoloso; quella economica, che vuol dire reddito, lavoro, casa per tutti e meno diseguaglianze; e quella dei profughi. Profughi non migranti; gente che preme ai confini d’Europa non alla ricerca di una vita migliore, come in parte succedeva negli scorsi decenni, ma per sfuggire a guerre, stragi, morte per fame e schiavitù.


Il pianeta stretto

Editore: 
il Mulino
Anno: 
2015
Luogo di edizione: 
Bologna

Presentazione: 

Fra una sola generazione la Terra conterà due miliardi e mezzo di persone in più. Il problema è che si tratterà di una crescita assai disuguale: mentre la popolazione dei paesi ricchi rimarrà quasi stazionaria e invecchierà, quella dei paesi poveri raddoppierà o triplicherà addirittura nelle aree più deprivate, come quelle dell’Africa subsahariana, con una forte prevalenza delle generazioni più giovani.


Pagine

Abbonamento a RSS - Saggistica