Tu sei qui

Trento. Voci e luoghi di chi non ha casa

È stato realizzato un libretto su una Trento poco conosciuta, a cui  si sono uniti dei podcast
Il libretto include una raccolta di foto che seguono il percorso giornaliero delle persone senza dimora, dalla colazione al Punto d'incontro alla cena ai Cappuccini all'ospitalità nei dormitori o alla triste notte sotto i ponti o nascosti in case abbandonate. Le foto sono di Oleh Rud, i testi sono tratti da interviste a persone senza dimora.
Si tratta infatti del secondo prodotto del progetto # Io resto a casa: voci di chi non ha casa, che indaga le condizioni di chi ha affrontato in strada il periodo del covid. A maggio erano andate in onda su Radio Tandem le interviste realizzate a Trento da Davide Grotta, regista e sceneggiatore, e Gabriele Borghi, fonico e montatore. Ora i cinque podcast ricavati sono ascoltabili su Archive.org e Spotify e # Io resto a casa: voci di chi non ha casa si può seguire sulle pagine facebook e instagram dedicate.
Il Gioco degli Specchi, Punto d'Incontro ed ATAS Onlus hanno avviato questo progetto per mettere in evidenza il dramma vissuto da chi non aveva un luogo dove stare nel momento in cui tutta l'Italia veniva fermata con l'obbligo di chiudersi in casa.

Trento. Voci e luoghi di chi non ha casa: potete sfogliarlo qui.

Le interviste sono ascoltabili a luglio su Sanbaradio con questa programmazione: